BAG IT UP #1: BON ton ROCK

10:54 AM


"She's got balls". Dopo un esordio simile, avrei pensato al prodigio di trovarmi davanti uno come Bon Scott,oltre al fatto che questa particolare canzone degli AC/DC mi fa sempre sorridere. La ragazza ha stile e anche qualcos'altro: mi viene in mente Cara Delevigne, e se devo dire la verità, anche a me piacerebbe essere ricordata come la ragazza di Bon Scott.

"She's got balls". I would have thought to a miracle after an introduction like that, and I saw me finally standing in front of Bon Scott; moreover, this particular AC/DC song make me always smile. She's got style, that woman, and she's got something else indeed: it reminds me of Cara Delevigne, and honestly, I'd like to be remembered as that AC/DC woman too. 



Non tanto per l'impossibilità di realizzare il mio sogno non troppo segreto di poter scambiare due parole con lui, quanto per la personalità che si può cogliere dando un'occhiata all'accessorio fatto per raccogliere i frammenti dei tuoi pensieri sparsi fra promesse e scontrini, racimolati durante le fughe dei metrò. Sto parlando proprio di quella borsa che a me non basta mai, che è sempre troppo minuta e forse, troppo sbattuta. 
Approfittando dell'occasione dei saldi, una specie di Nirvana strillato su cartelloni e stickers dalle luminescenze conturbanti in cui prima o poi caschiamo tutte, ho dato il meglio di me scegliendo una doctor bag di Marella, rigorosamente black come piace a me, e fibbie in metallo dalle forme vagamente equestri. Oggi la rivelo senza raccontarla, anticipando che questo modello ha ampiamente soddisfatto la mia sete di rock style con un design deciso, semplice ma rigoroso.
E alla fine arriva Nicoli: è la prima volta che scelgo di puntare su questa azienda vicentina, ma il suo stile mi ha letteralmente rapita. La lavorazione artigianale di questo pezzo punta su un pellame tortora con tocchi cipria, dettagli curati e un'eleganza bon ton che si fa notare, senza lo sgarbo di un contegno volgare. 
Ora, la parte migliore: avreste mai detto che queste due borse appartengono alla stessa persona? Anche la luna, per quanto possa essere luminosa, ha il suo lato oscuro.

It does not concern my impossible and not so secret dream to have a little talk with Bon. It is related to the personality you can get glimpsing to the accessory used to carry fragments of thoughts among promises and receipts, scraped together between the underground breaks. I'm talking about that bag, the one which is never enough big to me, which is always too tiny and sometimes too shabby. 
Seduced by the sales, a sort of Nirvana yelled on perturbing posters and fluo stickers, a trap in which every girl could fall sooner or later, I let my light shine choosing a Marella doctor bag, rigorously a black one, as it is my favourite colour, adorned with metal buckles which remind to me a vague equestrian shape. Today I announce it without deepen my description, but I can say that it has widely satisfied my rock style thirst with a determined design, a simple but unyelding item. 
And finally, Nicoli has come: it's the first time I bet on this fashion company from Vicenza, but its style literally enchanted me. The artisanal work pf the bag bets on a dove-grey leather enriched with poudre shades, refined details and a bon ton allure which you don't get unnoticed, without being so gross. 
And that's the best thing right now: would you ever adfirm that these two bags belong to the same person? The moon itself, despite its darkness,  has got its dark side indeed. 



New in the Closet:

MARELLA Doctor Bag
NICOLI Maxi leather Bag

You Might Also Like

1 commenti

  1. Ciao bella, ho appena pubblicato un nuovo post...mi fai sapere cosa ne pensi?
    http://namelessfashionblog.blogspot.it/2013/02/olo-show-your-alter-ego.html

    ReplyDelete

Like us on Facebook

Twitter Posts